12/09/13

Celebrazioni per il 150° anniversario della morte di Belli

Giuseppe Gioachino Belli nasce a Roma il 7 settembre 1791. 
E proprio in questa data, per ricordare la nascita del poeta,  a cura del Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli in collaborazione con Roma Capitale (Assessorato Cultura, Sovrintendenza Capitolina Beni Culturali), sono iniziate nel cortile dello splendido palazzo Braschi, sede del Museo di Roma,  le celebrazioni per il 150° anniversario della sua morte avvenuta a Roma il 21 dicembre del 1863. 
Giuseppe Gioachino Belli è il più grande tra i poeti romani in dialetto, autore di quel “monumento alle plebi romane” che è il Commedione coi suoi 2.279 sonetti.

GLI EVENTI PER IL 150°ANNIVERSARIO DELLA MORTE DEL BELLI. Le celebrazioni per il 150° anno della morte di Belli. Questo che segue è il programma delle celebrazioni che comprende un ciclo di convegni, conferenze, letture e inaugurazioni.
palazzo Braschi
  • dal 7 settembre al 20 dicembre 2013 un convegno in otto sessioni  (vedi programma);
  • 23 novembre 2013, emissione di un francobollo commemorativo ad opera dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato; 
  • 27 novembre, ore 16 al teatro Argentina, in occasione della pubblicazione di Giggi Zanasso, teatro a cura di laura Biancini e Paola Paesano, (Loffredo, 2013) messa in scena di tre atti unici di G. Zanasso con Claudia CRISAPIO, Anna Lisa DI NOLA, Stefano Messina regia di Stefano Messina
  • 2 dicembre 2013, inaugurazione di una lapide commemorativa a Palazzo Poli dove Belli abitò e scrisse i suoi sonetti 
  •  3 dicembre - 3 febbraio 2014, mostra al Museo di Roma  
  • 7 dicembre, MONTELEONE DI SPOLETO.Presentazione del libro I Norcini e Roma. L'arte della Norcineria dall'Umbria alla Dominante. 1770-1870, a cura di Elio DI MICHELE, il Cubo editore, 2013
  • 11 dicembre 2013 ore 16 al Teatro Argentina. In occasione della pubblicazione di Giuseppe Gioachino Belli - Jacopo Ferretti "Scastagnamo ar parla, ma aramo dritto". Epistolario a cura di Marta Ferri, il Cubo editore, 2013. Serata di letture di testi, da parte di Gianni BONAGURA, e ascolto di brani musicali con Franco ONORATI, in collaborazione con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
  • 18 dicembre 2013, ore 17 al Teatro Argentina. Lettura/spettacolo 
    teatro Argentina
    “Cqua cc’è un Vicario de Ddio nipotente” I sei papi di Giuseppe Gioachino Belli a cura di Marcello Teodonio . Letture di Angelo Maggi, Maurizio Mosetti e Paola Minaccioni.
  • 21 dicembre 2013, ore 10 CIMITERO DEL VERANO. Fiori sulla tomba di Belli.

CHI ORGANIZZA QUESTI EVENTI ? In tutte queste iniziative sono coinvolti: il Centro Studi Giuseppe Giachino Belli, l’Assessorato capitolino alla Cultura (Sovrintendenza e Archivio Storico), in partnership con diverse istituzioni: i tre atenei cittadini (Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre), l’Istituto Nazionale di Studi Romani, l’Istituto Nazionale della Grafica, la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, la Fondazione Besso, il Comune di Morrovalle (in provincia di Macerata, dove Belli soggiornò ospite della sua “musa”, la marchesa Vincenza Roberti Perozzi).